Energia verde certificata e tracciabilità

17 Luglio 2017

 

L'approvvigionamento di energia verde certificata è una scelta obbligata per tutte quelle imprese legate al turismo che vogliono ridurre l'impatto ambientale della propria attività, senza per questo immobilizzare capitale proprio.

Investire in soluzioni per la produzione di energia ha due grossi limiti, se declinata nel settore turistico: l'occupazione e la stagionalità.
Alla luce dei nuovi incentivi, molto meno interessanti rispetto agli anni precedenti, la produzione di energia per autoconsumo potrebbe non essere la scelta più giusta, perché una scarsa occupazione e una stagionalità periodica rischiano di rendere poco remunerativa una soluzione del genere, per non parlare dei limiti tipici di questa tecnologia quali la dipendenza dalle condizioni meteo.
In questo quadro una posizione più equilibrata, che offra allo stesso modo una forte visibilità, è quella di un approvvigionamento di energia dal mercato proveniente da fonte con garanzia d’origine da fonte rinnovabile.
Questa scelta ha solamente un rischio, legato all’affidabilità della certificazione.

Tutte le aziende elettriche propongono l'opzione verde, ma poche spiegano come questa energia viene ottenuta e ancor meno offrono una certificazione che ne attesti l'origine, la cosiddetta tracciabilità.

I certificati con la garanzia di origine devono infatti rispettare particolari requisiti di unicità e tracciabilità. Il protocollo ecologico Garda Green richiede, tra i requisiti obbligatori per diventare membro, la fornitura di energia verde, mettendo al primo posto la tracciabilità dell’energia consumata.

Per soddisfare questo requisito ci si è spinti oltre la garanzia d’origine, introducendo nei criteri facoltativi l'energia certificata TÜV, che soddisfa in maniera chiara e credibile questa esigenza: il protocollo, alla cui commissione tecnica partecipo come esperto energy, fa della serietà e della validità scientifica dei requisiti richiesti per l'ottenimento del marchio un elemento fondamentale.

Con piacere e impegno sarò da oggi attivo su questo blog, rivolgendomi a quelle realtà che vorranno usufruire della mia esperienza perché interessate alla riqualificazione del turismo Gardesano o semplicemente per analizzare il proprio bilancio energetico, puntando su comportamenti più consapevoli e sostenibili.

Nel mio prossimo articolo mi occuperò di mobilità sostenibile, dove scopriremo quanto l'approvvigionamento di energia da fonte rinnovabile sia importante in primis per ragioni di coerenza: alimentare un auto elettrica con energia da fonti rinnovabili, possibilmente certificata, significa rafforzare molto il proprio posizionamento rispetto al tema ambientale, emergendo per la solidità e la lungimiranza della strategia aziendale.


Carlo Uccelli, consulente di riferimento per Repower nell’area del Garda, si occupa delle valutazioni del bilancio energetico delle strutture aderenti al protocollo nonché di assistere e proporre soluzioni innovative per introdurre la mobilità elettrica nel modello di business dei membri GardaGreen.


Indietro