GOOD NEWS! GRAZIE A TURISTI GREEN COME TE, QUEST’ANNO ABBIAMO RISPARMIATO 1.645,56 TON DI CO2, PARI A 204,96 GIRI DELLA TERRA

INIZIA LA TUA VACANZA GREEN E VIVI UN'ESPERIENZA NEL PIENO RISPETTO DELL’AMBIENTE.

Malcesine

Dominata dall'elegante castello, Malcesine è un angolo incantato che regala scorci panoramici indimenticabili. Romantica località, adagiata sulla riva orientale del Lago di Garda - meglio conosciuta come "Riviera degli Ulivi" per la secolare presenza di questi alberi - in passato ispirò personalità illustri come Goethe che vi soggiornò in occasione del suo viaggio in Italia.

I vicoli medievali che salgono verso il castello scaligero, il lungolago scandito da negozi e ristoranti e la magica atmosfera che si respira in ogni periodo dell'anno continuano ad affascinare ogni anno migliaia di turisti che scelgono Malcesine come località di villeggiatura. Considerata la "perla del lago", la cittadina veronese gode infatti di un'ottima disponibilità ricettiva in grado di soddisfare le esigenze più svariate.
Fatto erigere tra il 1277 e il 1387, il castello Scaligero svetta dallo sperone roccioso con la sua alta torre e oggi ospita un interessante Museo di storia naturale del Monte Baldo e del Garda con numerosi reperti geologici e botanici.

Per godere di vedute mozzafiato ecco la modernissima funivia Malcesine Monte Baldo con le sue cabine panoramiche rotanti.
Nella stagione invernale piste di varia difficoltà fanno la gioia di grandi e piccini, mentre in estate la baia di Malcesine si colora di barche a vela, kite e windsurf, ed i tracciati sterrati dell'entroterra diventano meta di escursionisti e mountain bike.

 

Brenzone sul Garda

Situato sulla sponda veneta del Lago di Garda, Brenzone costituisce uno dei più estesi comuni della provincia veronese con oltre cinquanta chilometri quadrati di superficie.

Di origini romane, Brenzone comprende ben sedici frazioni. Castelletto, Magugnano, Porto ed Assenza sono i centri abitati più grandi che si affacciano sul lago conservando la caratteristica pianta urbana dei villaggi di pescatori raccolti intorno al porto. Se l'economia di un tempo era sorretta da una modesta attività di pesca, oggi è il turismo a costituire la principale risorsa. La splendida località sulla Riviera degli Ulivi presenta numerosi alberghi, residence e campeggi, oltre a decine di ristoranti dov'è possibile gustare prelibati piatti a base di pesce del lago. Famosa per la produzione di ottimo olio extravergine d'oliva DOP, Brenzone passa in pochi chilometri dalle dolci sponde del Garda ai duemila metri del Monte Baldo, offrendo varie possibilità di svago ed interessanti proposte sportive. Prada, una delle contrade di Brenzone, si trova nel cuore del Monte Baldo. Le acque cristalline del lago ed i venti costanti fanno di Brenzone anche il luogo ideale per gli sport acquatici come vela, windsurf e kitesurf.

Meritano una visita la chiesa romanica di San Zeno in frazione Castelletto, la chiesetta dedicata a San Nicola in località Assenza e la suggestiva contrada medievale disabitata a Campo.

 

San Zeno di Montagna

Dai suoi 600 metri di altitudine, la cittadina di San Zeno di Montagna offre splendidi panorami che spaziano dal paesaggio lacustre a quello montano. Contraddistinta da castagneti secolari e famosa soprattutto per il prelibato frutto di montagna, il Marrone di S. Zeno D.O.P., la vera particolarità di questo centro montano è determinata dalla presenza delle contrade, piccoli e antichi borghi caratterizzati da una loro precisa identità. Ad accogliere il turista all'ingresso del paese vi è contrada San Zeno con la sua chiesa parrocchiale e l'omonima piazza dove ogni lunedì ha luogo il tradizionale mercato; da menzionare anche contrada Cà Montagna con il suo palazzo quattrocentesco oggi sede municipale e ancora, salendo verso il Monte Baldo, Pora, Baitei e Corrubio, contrade rurali dove è ancora attiva la vita contadina con coltivazioni e pascoli.

San Zeno di Montagna è il luogo ideale per la pratica di molte attività sportive, in particolar modo il trekking e la mountain bike. Dalla primavera all'autunno, il clima mite suggerisce magnifiche passeggiate alla scoperta degli angoli più nascosti delle contrade mentre per i più temerari ci sono sentieri più impegnativi che spingono verso le cime del Monte Baldo
L'offerta turistica è completata da un buon numero di alberghi in grado di garantire un confortevole soggiorno, allietato dall'ormai consolidata proposta enogastronomica del territorio veronese.

 

Torri del Benaco

Adagiata ai piedi del Monte Baldo, lungo la sponda veronese del Lago di Garda, e circondata da pinete, oliveti e limonaie, Torri del Benaco coniuga il fascino del borgo medievale alla vivacità del moderno centro turistico. La località è dominata dalla mole del Castello Scaligero, del XIV secolo, che accoglie al suo interno un interessante Museo etnografico con interessanti sezioni dedicate alle incisioni rupestri preistoriche, alla pesca e all'olivicoltura e la settecentesca serra dei limoni.

Ad accogliere il turista, la località propone varie tipologie di alloggi, tra alberghi, appartamenti, residence e campeggi, che sanno tutti garantire un piacevole soggiorno. A Torri del Benaco è anche attivo un efficiente servizio traghetti che consente comode visite nei vicini comuni veronesi e permette di ammirare da una prospettiva diversa i centri storici delle località gardesane.

Numerosi, poi, sono gli itinerari da percorrere in mountain bike sui sentieri che portano verso le colline e il Monte Baldo, tra boschi di carpini, noccioli, frassini e lecci. Vero paradiso di vela e windsurf, Torri del Benaco è anche un apprezzato centro per amanti del sub che in occasione delle festività avranno occasione di ammirare un curioso presepe subacqueo. Anche la storia rende questa località ancora più affascinante. Il primo insediamento abitativo fu di origini romane, l'antico Castrum Turrium, ma la scoperta di incisioni rupestri, risalenti a circa 4000 anni fa, attesta la presenza dell'uomo in questi luoghi sin dall'epoca preistorica.

 

Garda

Eleganti palazzi in stile veneziano, spiagge tra le più estese della Riviera degli Ulivi, un intreccio di vicoli gremiti di turisti fanno di Garda un affascinante luogo di villeggiatura. l golfo è chiuso a nord dal Monte Luppia, che tuffandosi nel lago forma l'incantevole Punta San Vigilio e a sud dal colle della Rocca, raggiungibile percorrendo un arduo sentiero dalla caratteristica vegetazione mediterranea. In età medievale, sulla Rocca sorgeva il castello di Garda, talmente importante che l'antico nome latino del lago "Benacus" venne cambiato nell'attuale "Lago di Garda". Una facile passeggiata di circa tre chilometri conduce al romantico promontorio di Punta San Vigilio, un'oasi di pace e poesia che ha ispirato ospiti prestigiosi e che prende il nome da un monaco vissuto in questo luogo nel XIII secolo. I vicoli del centro di Garda, un tempo abitati da pescatori, ospitano ora eleganti negozi ed accoglienti ristoranti che preparano pesce di lago, ingrediente base della gastronomia locale. Numerosi alberghi e residence e un moderno palazzo dei congressi completano l'offerta della rinomata località turistica. Molte le proposte per gli sportivi: sul lago si pratica vela, windsurf, nuoto e anche altre discipline a contatto con la natura come mountain bike, golf, tennis, equitazione o free climbing. Interessanti le visite culturali alla piccola chiesa dedicata a San Vigilio sul porticciolo, alla splendida Villa Brenzoni Guarienti, costruita nella prima metà del Cinquecento e ancora a Villa Albertini e alla Pieve con l'antico chiostro.

 

Bardolino

La fama di Bardolino è legata all'omonimo vino DOC, tanto apprezzato in patria e all'estero, frutto di una terra fertile e generosa e del suo clima dolce. Posta sulla sponda veronese del Lago di Garda la suggestiva località conserva la conformazione a pettine e le architetture tipiche dei villaggi di pescatori, rivelando il suo passato e le attività che caratterizzavano la sua economia prima dell'avvento del turismo. I resti delle mura scaligere con le massicce torri, le tracce dell'antico castello, gli eleganti palazzi e le belle Chiese di San Severo e di San Zeno, testimoniano l'avvicendarsi di imperatori, monaci e famiglie nobili.

Per i suoi ospiti, Bardolino e le vicine frazioni di Cisano, sul lago, e di Calmasino, in collina, mettono a disposizione numerose strutture ricettive e campeggi di nuova generazione. Un vivace passeggio sul lungolago e tra le viuzze del centro, ritmate da locali ed eleganti negozi, anima l'estate della splendida località rivierasca, mentre ulivi, cipressi, oleandri e vitigni prosperano favoriti dal clima mite, colorando le colline moreniche. Regno degli sport d'acqua, della mountain-bike e del triathlon, la località veronese è il luogo ideale anche per rilassanti passeggiate ed avventurose escursioni nell'entroterra collinare.

Passando ai piaceri della buona tavola, la ristorazione di Bardolino è supportata dalla tradizionale economia agricola ed i suoi prodotti tipici si possono assaporare nei raffinati ristorantini al porto o nelle accoglienti trattorie di campagna.

 

Lazise

Lazise, prestigiosa località di villeggiatura sulla sponda orientale del Lago di Garda, è caratterizzata da una storia affascinante che affonda le sue origini in epoche lontane. Lo testimoniano il nome, che deriva dal latino "Iacus" ovvero villaggio lacustre, e i resti di un grande villaggio di palafitte del Neolitico rinvenuto nella frazione di Pacengo. Dominata dalla suggestiva Rocca Scaligera, Lazise è interamente circondata da un anello di mura turrite che racchiudono il centro storico, oggi ricco di eleganti ristoranti e negozi di artigianato. Vicoli medievali lo intersecano, mentre un elegante piazza si apre sull'antico porticciolo e sulla passeggiata che conduce alle spiagge. Proprio sul porticciolo spicca la celebre Dogana Veneta, una costruzione risalente alla dominazione della Serenissima, che qui teneva una piccola flotta di imbarcazioni per il controllo dei traffici. Un passato testimoniato da alcuni relitti di navi che giacciono sul fondo del lago proprio nella zona prospiciente il porto. Di notevole interesse artistico la chiesetta di San Niccolò, al cui interno si possono ammirare splendidi affreschi trecenteschi, mentre all'esterno un'edicola espone un'antichissima Madonna del Duecento. Importante centro turistico sulla Riviera degli Ulivi, Lazise è dotata di confortevoli alberghi e attrezzatissimi camping e risulta una delle mete preferite dai turisti. L'offerta turistica è completata da strutture per lo sport e per il tempo libero, importanti manifestazioni musicali e dall'ottima cucina basata sugli eccellenti prodotti locali, quali l'olio, il vino ed il pesce di lago.

 

Castelletto di Brenzone

Piccolo paese turistico e di villeggiatura Castelletto è il più grande dei paesi del comune di Brenzone.

Il paesino si sviluppa in parte sulla sponda del lago, lungo la statale Gardesana Orientale, ed in parte verso la montagna dove le antiche case a due o tre piani si affiancano lungo medievali stradine ciottolate tra antichi volti e corti private.

Questa parte del paese è alquanto suggestiva e principale punto di partenza verso i sentieri del Monte Baldo.
Da lì salgono i sentieri percorsi nei secoli passati da allevatori e boscaioli ed è affascinante ripercorrere quegli itinerari a piedi o in mountain bike, oppure salire sulle vette con gli impianti di Prada- Costabella e godersi dall'alto lo spettacolo del lago.
Queste piacevoli escursioni, tra ulivi e natura incontaminata, non presentano particolari difficoltà ed offrono stupendi scorci panoramici sulle acque del Garda.

Lungo la sponda del lago, Castelletto offre suggestive passeggiate lungolago ed in paese si trovano alberghi, appartamenti, botteghe alimentari, bar, ristoranti e pizzerie.

Sono da vedere e visitare le contrade di Biaza e Fasor.

 

Peschiera del Garda

Città-fortezza a forma di pentagono, Peschiera del Garda è un gioiello d'architettura, d'arte e di cultura posta all'estremità meridionale della "Riviera degli Ulivi", così come viene chiamata la sponda veronese del Lago di Garda.

Centro di rilievo fin dalla preistoria, fu un importante e vitale crocevia tra le Alpi e la Pianura Padana, il Veneto e la Lombardia. Il suo nome risale al periodo longobardo, quando la ricchezza della pescosità delle acque fece cambiare il toponimo latino Arilica in Piscaria. Prima territorio longobardo, poi dominio di Scaligeri e di Visconti, è solo con la Serenissima Repubblica di Venezia che Peschiera del Garda assume la sua caratteristica forma urbana. Nella seconda metà del Cinquecento, schiere di architetti elaborano importanti opere urbanistiche come la Fortezza e l'imponente cinta muraria a forma pentagonale. Oggi i bastioni ed i vicoli del centro storico ospitano negozi, alberghi e raffinati ristoranti che deliziano i palati dei turisti con piatti appartenenti alla tradizione culinaria gardesana, da gustare con dell'ottimo Lugana Doc, vino bianco prodotto in questa zona. All'entrata del paese si trovano darsene e infrastrutture per attività sportive come motonautica e sci d'acqua, mentre nell'entroterra, in una campagna disegnata dai vigneti, si snoda la lunga pista ciclabile che collega Peschiera del Garda a Mantova. Nei dintorni è degno di nota il Santuario della Madonna del Frassino. Durante il periodo estivo la Fortezza diventa sede di prestigiosi appuntamenti culturali, concerti e spettacoli teatrali.

 

Valeggio sul Mincio

Al confine fra Lombardia e Veneto, a sud del Lago di Garda, Valeggio sul Mincio è situato nell'anfiteatro naturale delle colline moreniche che si affacciano sulla pianura padana.
Dalla sommità della collina, il Castello Scaligero domina il paese e la valle del Mincio, con le sue tre torri. Della sua parte più antica, rasa al suolo da un terremoto nel 1117, resta solo la Torre Tonda, singolare costruzione a ferro di cavallo. Era dotato di tre ponti levatoi, di cui solo uno si è conservato.
Nel centro storico di Valeggio si trovano Palazzo Guarienti, in severo stile neoclassico, dove nel 1796 alloggiò Napoleone Bonaparte, e la sontuosa Villa Maffei Sigurtà, sede nel 1859 del quartier generale dell'imperatore d'Austria Francesco Giuseppe. Sul retro della villa si estende il Parco Giardino Sigurtà, area botanica e paesaggistica considerata uno dei più bei parchi-giardino al mondo.
Un tempo strategico punto di guado del Mincio, Borghetto deve il suo fascino all’armonico rapporto tra storia e natura ed è una delle mete più visitate tra quelle del “Club dei Borghi più Belli d’Italia”. L’atmosfera medioevale è sottolineata dalle rocche del Ponte Visconteo, fatto costruire nel 1393 da Gian Galeazzo Visconti, duca di Milano. Ultimato nel 1395 fu raccordato al Castello Scaligero da due cortine merlate e integrato nel complesso fortificato del Serraglio, che si estese fino a Nogarole Rocca.

 

Riva del Garda

Riva del Garda e i suoi dintorni sono così ricchi di ulivi, limoni e palme che sembra quasi di trovarsi sul mare, ma le montagne che la circondano ci ricordano che non siamo lontani dalle Dolomiti del Trentino. Per prima cosa è d’obbligo una visita a Rocca di Riva, sede del Museo dell’Alto Garda, che ospita la Pinacoteca: risalente al 1124, la Rocca ospita reperti dalla preistoria al Medioevo e fino ai giorni nostri.
Proseguendo il tour a piedi nel centro storico con le sue costruzioni in stile lombardo-veneto, raggiungete e poi salite sulla Torre Apponale, alta 34 metri e situata su Piazza 3 Novembre, il cuore del borgo. Un’altra zona caratteristica di Riva è il quartiere del Marocco, dove troverete scorci molto pittoreschi. Se oltre alla cultura siete qui per una vacanza sportiva, sul lago potrete fare vela e windsurf, ma anche passeggiate, mountain bike, arrampicata, vie ferrate e canyoning nei dintorni: Riva del Garda è una vera palestra a cielo aperto. Altra attrattiva del territorio è rappresentata dalla Cascata del Varone, con il Parco Grotta Cascata Varone, meta di tantissimi turisti per via del suggestivo salto di circa 100 metri del torrente Magnone, alimentato dalle acque del Lago di Tenno.

 

Torbole

Torbole, caratteristico borgo storico con le case disposte ad anfiteatro sul golfo del lago di Garda, affascina i moltissimi visitatori. La parte più suggestiva di Torbole conserva ancora l'aspetto originale del borgo di pescatori e boscaioli di un tempo. Si consiglia una passeggiata per il bellissimo centro storico, lasciandoti conquistare dai pittoreschi scorci e angoli che lo caratterizzano, dal porticciolo con i caratteristici edifici della Vecchia Dogana (XV secolo) e Casa Breust, dalla piazza centrale e dalla piccola casetta del Dazio. Grazie alla costante presenza del vento e al divieto di navigazione ai motoscafi, Torbole è diventato un centro velico e surfistico di importanza internazionale, un vero paradiso per gli appassionati di sport acquatici. Escursionisti, appassionati di arrampicata e di mountain bike trovano qui un ampio ventaglio di possibilità. Da Torbole inoltre parte una delle più belle passeggiate della zona, quella della valletta di Santa Lucia verso Nago, fino ai piedi della rupe di Penede.

 

Limone sul Garda

Il paese di Limone sorge su una stretta lingua di terra a ridosso di alte pareti rocciose a nord del Lago di Garda-Lombardia. In passato era raggiungibile esclusivamente via monti o lago e basava la propria economia sulla pesca e sulla coltivazione di olivi e limoni. Ancora oggi troviamo traccia di questa economia agricola nei pilastri e muraglioni delle limonaie, i caratteristici giardini in cui si coltivano i limoni, e nel caratteristico porticciolo di pescatori. Limone è oggi uno dei centri turistici più frequentati e attrezzati del Garda che ha saputo però mantenere intatto il fascino del piccolo paese con un pittoresco centro storico fatto di case antiche, stretti vicoli e porticcioli incorniciati da una natura rigogliosa che offre innumerevoli possibilità di piacevoli e rilassanti camminate sia nell'entroterra che a lago. Una curiosità: alcuni abitanti di Limone sembrano avere il dono dell' "Elisir di lunga vita".

 

Tremosine

Tremosine un paese dove il fascino di una natura incontaminata appaga lo spirito e la vita scorre semplice e tranquilla, seguendo il ritmo delle stagioni. Un paese dove la vacanza diventa magica e indimenticabile! Il Comune è costituito da diciotto piccole frazioni incastonate su poggi di incomparabile bellezza panoramica che dominano l’intero Garda. Strabiliante la Strada della Forra, talvolta scavata nella roccia e talvolta a sbalzo su strapiombi che lasciano meravigliati. All’inaugurazione, nel 1913, un corrispondente della Frankfurter Zeitung la definì «la strada più bella del mondo». Percorrendola, in pochi minuti si passa dalla vivacità della riviera Gardesana alla tranquillità dell’altipiano, dalle cui terrazze a picco sul lago la natura mostra all’uomo tutto il suo splendore. Dalla «Terrazza del brivido», sospesa a 350 metri sul lago, la vista toglie fiato. L'ambiente naturale è certamente l'aspetto qualificante; i paesaggi e i panorami, divisi tra montagna e lago, sono di rara bellezza. Qui potrete trovare pace e tranquillità, a contatto con la natura, praticando sport all’aria aperta o passeggiando serenamente lungo molteplici itinerari ricchi di storia. Vi sarà possibile scoprire tradizioni antiche, originali e curiose. Scoprite le delizie di una cucina semplice raffinata. Numerosi i ristoranti tipici e gli agriturismo che della produzione tipica e della tradizione hanno fatto i propri punti di forza. Anche a tavola ritroviamo l’intreccio di sapori mediterranei e alpini: dal pesce di lago alla selvaggina dei monti, dal celebre olio extra vergine d’oliva del Garda ai pregiati tartufi neri, dai vini ai formaggi.

 

Campione

Campione del Garda si trova a 74 metri slm su una piccola penisola: è l’unica frazione del Comune di Tremosine sul Garda che si affaccia direttamente sul lago, per questo è molto amata da chi pratica sport d’acqua e non solo. Il nome del borgo, derivato dal latino e ritrovato anche in documenti del XII secolo nella forma “Campillione”, significa “piccolo campo” o “piano arabile”. Il borgo è collocato in una particolare posizione sul delta del torrente San Michele, in un canyon incuneato nella faglia rocciosa. Nel corso dei secoli il borgo ha vissuto fasi di ascesa e di declino, in base alle sorti delle attività produttive che hanno modellato l’insediamento sociale ed urbano di Campione. Nel 1807 una pesante alluvione distrusse le antiche officine, causando il progressivo abbandono di Campione, che rimase successivamente quasi disabitato per circa un secolo. Fu solo nel 1896 che Giangiacomo Feltrinelli e successivamente Vittorio Olcese eressero in paese un cotonificio ed un villaggio operaio che includeva una chiesa, un teatro, un convitto ed uno spaccio, ed il paese si ripopolò con le famiglie impiegate nel nuovo stabilimento. Nel 1981 a causa della crisi economica degli anni Settanta, e da quel momento Campione ha subito una fase di abbandono. Solo recentemente il villaggio vive una nuova fase, grazie ad azioni di recupero e riqualificazione del borgo con finalità turistiche. Grazie alla presenza di venti costanti, oggi a Campione sul Garda si svolgono gare nazionali ed internazionali di vela, windsurf e kitesurf, sport per il quale è particolarmente famosa. È sede di scuole dedicate agli sport acquatici e dotata di una spiaggia balneabile.

 

Gargnano

Gargnano è un vasto comune in una posizione centrale all'interno della riviera gardesana lombarda, formato da 13 piccole frazioni. Può essere felicemente definito un paese tra due laghi: il Capoluogo e le frazioni di Villa e Bogliaco sono infatti lambite dal Lago di Garda e offrono un paesaggio tipicamente mediterraneo, mentre l'entroterra gargnanese risale gradatamente la collina fino a comprendere il Lago di Valvestino, autentico fiordo incastonato tra le montagne dell'omonima valle. Se i paesi a lago hanno mantenuto la romantica caratteristica di antichi paesi di pescatori, non da meno sono i piccoli borghi collinari, adagiati sugli erbosi declivi che un tempo erano alla base dell'economia montana e che oggi ci offrono un panorama meraviglioso sul Lago di Garda e degli scorci che riportano a tempi lontani. Gargnano regala quindi al visitatore un'atmosfera intima e ricca di storia e arte con i suoi palazzi e ville storiche, monumenti religiosi di notevole pregio, giardini di limoni. Da non dimenticare che Gargnano è anche la capitale della vela gardesana. Dalla frazione di Bogliaco infatti parte ogni settembre la prestigiosa regata internazionale Centomiglia, la più importante manifestazione velistica che si svolge sui laghi italiani.

 

Toscolano Maderno

Posto sul delta del torrente Toscolano in una bellissima e soleggiata posizione, il comune di Toscolano Maderno rappresenta una realtà storica ed economica importante nella riviera gardesana. Le due cittadine di antica origine romana di Toscolano e Maderno, contano su diverse attività commerciali e turistico-alberghiere, oltre che industriali. Da non dimenticare infatti che questi luoghi sono stati la culla della produzione cartaria italiana, ancora oggi molto attiva; i ruderi degli antichi opifici - uno dei quali è stato recentemente convertito in museo - costellano la Valle delle Cartiere, uno dei percorsi di archeologia industriale pù interessanti del Nord Italia. Anche questa zona della Riviera è decisamente felice dal punto di vista naturalistico e offre al visitatore innumerevoli possibilità di praticare attività sportive dal trekking, al cavallo, al golf.
 

 

Salò

Adagiata lungo il golfo omonimo al riparo dai venti, la cittadina di Salò, grazie alla sua posizione centrale e vicina alle principali vie di comunicazione è considerata un punto di riferimento per tutta la zona per i servizi offerti e per le sue vivaci attività economiche, amministrative e commerciali. Ma la sua importanza è soprattutto di carattere storico: Salò fu capoluogo della Magnifica Patria durante la dominazione Veneta e sede di numerosi ministeri del governo fascista della Repubblica Sociale Italiana. Tracce di questo prestigioso passato sono ben evidenti lungo tutta la passeggiata nell'elegante centro storico, ricco di edifici di grande valore storico - artistico, oltre che di occasioni per lo shopping. Salò va fiera in particolare del Palazzo della Magnifica Patria, costruito nel 1524 dal progetto di Sansovino, ricostruito dopo il terremoto del 1901 e del Duomo costruito nel XV secolo in stile tardo gotico dove sono presenti importanti testimonianze artistiche. L'offerta turistica di questa movimentata cittadina non si ferma di certo qui: anche per gli amanti dello sport e dell'aria aperta c'è la possibilità di sbizzarrirsi negli itinerari lungo la collina alle spalle del paese o sulla passeggiata a lago che segue tutto il golfo.

 

Gardone

Rinomata località di soggiorno, stazione climatica e balneare di fama, Gardone Riviera può essere a ragione considerata un vero e proprio giardino botanico dove alla vegetazione tipica del Lago di Garda si alterna quella mitteleuropea, mediterranea e sub-tropicale. I numerosi parchi e giardini si alternano lungo la sponda del lago ad eleganti ville storiche che già da fine '800 ospitavano una clientela internazionale desiderosa di relax, raffinatezza e benessere. Ai propri visitatori Gardone Riviera regala un microclima particolare, una natura rigogliosa, un'atmosfera elegante ed un suggestivo lungolago che durante la stagione estiva si anima di eventi musicali e culturali. Il paese è celebre per il Vittoriale degli Italiani, la monumentale cittadella dimora del poeta Gabriele d'Annunzio, oggi sede di un prestigioso museo. Da non perdere anche il giardino botanico Hruska, ora Fondazione Andrè Heller, con centinaia di specie vegetali provenienti dai cinque continenti e visibili in un percorso che si snoda tra rocce e laghetti. Di recente il paese di Gardone Riviera ha conseguito la Bandiera Blu, un riconoscimento internazionale assegnato a quelle località che si distinguono per il rispetto dell'ambiente e del paesaggio, la pulizia delle acque, i servizi turistici efficienti.

 

San Felice del Benaco

Il territorio di San Felice, Portese e Cisano costituisce un promontorio morenico che si spinge nel lago di Garda fra il golfo di Salò ed il golfo di Manerba delimitato dal monte della Croce, monte Campagnolo e monte Santa Caterina. Ai piedi di queste colline si stende una specie di altopiano che scende verso il lago con un digradare di modeste alture; la terra eternamente in lotta con le forze della natura prevalse a creare questo lembo di terra collinare in una dolce posizione geografica chiamata dagli antichi romani “Sinus Felix” insenatura felice. Le radici degli insediamenti sono molto antiche, infatti sono state scoperte stazioni palafitticole, lapidi romane e sono ancora visibili resti di castelli medievali. Dal 1927 San Felice, Portese e Cisano formano un unico Comune. Il paese dista da Brescia 35 km e da Verona, sede della Diocesi, 55 km.

 

Padenghe

Padenghe sul Garda si adagia sulle colline della Valtenesi a ridosso del lago. Il suo territorio permette di apprezzare i caratteri del lago, approfittando però dell'immediato entroterra, con i suoi tipici vigneti e oliveti. Il Castello di Padenghe, uno dei più grandi del lago ha conservato le sue solide mura e rappresenta un particolare paesaggistico che colpisce il turista che entra nel Consorzio Lago di Garda - Lombardia, proveniendo da sud. Nel centro del paese spicca il meraviglioso Palazzo Barbieri, oggi sede del comune e anche le chiese si uniscono nel creare un'atmosfera dai profili storici importanti e ricchi di cultura. Padenghe è il polmone verde della Valtenesi: il paese infatti è famoso per i suoi numerosi vivai che ogni anno animano le vie del centro nella manifestazione Padenghe in Verde.

 

Sirmione

Sirmione scelta e amata da artisti e poeti di ogni tempo per la sua atmosfera incantata e le bellezze naturali.
Sirmione ti accoglie nel cuore del Lago di Garda con il fascino di una storia millenaria, il benessere delle sue terme rinomate in tutta Europa, il piacere di una gastronomia unica al mondo e una tradizione di sincera e sorridente ospitalità. Da sempre emblema del Garda nel mondo, la penisola di Sirmione, amata e ammirata fin dalla più remota antichità, si estende per 4 km nel cuore del Lago di Garda. Gli insediamenti palafitticoli, le “Grotte di Catullo”, il Castello Scaligero, testimoniano il fascino che questo paese, frequentato e cantato da artisti e poeti, ha esercitato in tutte le epoche. Le strutture alberghiere altamente qualificate, la varietà dell'offerta turistica, la presenza dell'acqua termale e la tradizione enogastronomica, unite alla bellezza del luogo, rendono Sirmione un’incantevole località di soggiorno. L’imponente Rocca Scaligera era destinata a scopi difensivi: oggi dalla torre si gode una vista mozzafiato. Le principali chiese risalgono al periodo longobardo, mentre il vivace centro storico si caratterizza per le strette ed affascinanti viuzze e i muri in pietra, che regalano ai visitatori scorci romantici e suggestivi. Da non perdere è la Passeggiata delle Muse che dal centro storico giunge fino al Lido delle Bionde: un itinerario assai piacevole che si sviluppa lungo la costa e conduce ad una delle spiagge più attraenti del basso lago. Sirmione è sinonimo di terme: l’acqua termale di Sirmione è conosciuta sin dall'antichità per i suoi benefici effetti. 

 

Desenzano

Desenzano del Garda è una città dinamica e vivace, ricca di memorie e iniziative che si incrociano nelle vie animate del centro. Questo paese è la meta ideale per chi desidera trascorrere una vacanza in perfetto equilibrio tra relax e svago, natura e cultura. Il turista riuscirà ad apprezzare ogni attività: dalle passeggiate sul lungolago, alle lunghe spiagge sassose, allo shopping per le vie del centro storico, alla vita notturna ricca di locali moderni diversi l'uno dall'altro. Desenzano propone un'offerta variegata, che risponde a qualsiasi tipo di vacanza che il turista cerca, potendosi avvalere di strutture ricettive di tutte le tipologie e di servizi ad hoc per il visitatore.

 

VUOI RENDERE LA TUA VACANZA ANCORA PIÙ GREEN? SCOPRI TUTTI I SERVIZI GARDA GREEN CARD.

TANTI SERVIZI PER UNA VACANZA ANCORA PIU' GREEN


Wi-Fi Gratuito, auto elettriche, bici elettriche, colonnine di ricarica elettrica, pranzi e cene a basso impatto ambientale e molti altri servizi.

 

Scopri la Garda Green Card

Idee Viaggio

Spiagge e Castelli

5gg

Questa proposta è studiata tanto per il weekend ma ancor più per una pausa infrasettimanale, sia nelle mezze stagioni: dal fiorire della primavera all’imbrunire dell’autunno, che in piena estate.

Lago di Garda, L'Olio d'Oliva e il Vino

3gg

L'idea alla base di questo viaggio è quella di raggiungere il Lago di Garda e la località di Bardolino in mattinata per prendere possesso dell'hotel e sopratutto lasciare la macchina per procedere in bicicletta o a piedi alla scoperta e all'assaggio delle più importanti produzioni del lago di Garda.

Storia, Leggende e Sapori

6gg

L'idea di questo viaggio è quella di fare un tuffo nella storia del 1300-1400 italiana, tra fortezze Veneziane e Castelli Medioevali che da sud a nord cingono il più grande lago di Italia in un abbraccio protettivo. Lo stesso abbraccio e la stessa protezione è riservata alle produzioni e ai prodotti tipici della tradizione.

Garda Green Newspaper

Info e Contatti

Contattaci

I campi contrasseganti con * sono obbligatori.


Cliccando su 'Invia' accetti il la nostra privacy policy. (Leggi)